Presentata interrogazione parlamentare contro Inarcassa

Ultimi aggiornamenti

LA VOCE DELLE CASSE

MONITORIAMO L'INPS E LE CASSE:

se hai finalmente incassato la tua meritata pensione in cumulo, congratulazioni e segnalalo all'Associazione cliccando qui

Hanno finalmente ricevuto la meritata Pensione "qui per i dettagli"

Contatore
counter for website

Info sul Cumulo

Normative

Informazioni

Tesseramenti

Cumulo tour

Per la pensione

ISCRIZIONE ALL'ASSOCIAZIONE

Per iscriversi all'associazione e' necessario compilare il seguente Modulo

Avviso ai Cumulandi
Il cumulo contributivo ex L.232/2016 è pienamente in vigore; l'unica differenza rispetto al passato è l'introduzione della finestra trimestrale solo per le pensioni anticipate, la prima delle quali, per chi matura i requisiti (42+10 uomini, 41+10 donne) entro la data di pubblicazione del "decretone", sarà il 1^ aprile p.v.




SOTTOSCRITTA CONVENZIONE CON STUDIO LEGALE PER I RICORSI (comma 246)



E' stata recentemente sottoscritta una convenzione tra la nostra associazione ed uno studio legale, specializzato in materia previdenziale, a condizioni di assoluto favore. Tale studio è affiancato da un patronato che garantirà, a titolo gratuito per gli associati, sia il conteggio tra i due calcoli sia il ricorso amministrativo avverso Inps, propedeutico all'avvio dell'azione giudiziaria.

Per conoscere i dettagli della convenzione è necessario iscriversi all'Associazione, utilizzando il form presente nel sito.



Il Presidente
Dr. Marco Nicoletti



Prima sentenza favorevole!



TRIBUNALE DI *******
-PRIMA SEZIONE CIVILE-
Settore delle controversie di lavoro e di previdenza e assistenza obbligatoria

IN NOME DEL POPOLO ITALIANO
Il Giudice dott.******* *********
nell'udienza del giorno 26/05/2020,
nella causa n. 183/2020 Ruolo LAv.
vertente tra:
*********
(Avv. CALVO FABRIZIO e ************)
e
INPS
(Avv. *****************)
ha pronunciato sentenza con il seguente

DISPOSITIVO



Il Giudice del Lavoro, definitivamente pronunciando, ogni diversa istanza ad eccezione disattesa o assorbita, così prevede:

-accerta il diritto del ricorrente ad ottenere le determinazione della quota a carico dell'INPS della propria pensione anticipata categoria VOCUM, recante il n. ****** secondo il sistema di calcolo retributivo ai sensi dell'art. 1, comma 13, della L. n. 335/1996;

-condanna l'INPS a riliquidare detta pensione, per la quota a suo carico, applicando il sistema di calcolo retributivo, a far data dall'1 gennaio 2019;

-condanna altresì l'INPS a corrispondere al ricorrente le differenze tra quanto lo stesso avrebbe dovuto percepire sulla base del calcolo effettuato con il sistema retributivvo e quanto invece effettivamente erogato, oltre rivalutazione ed ingressi legali dal dovuto al saldo;

-condanna l'INPS a rimborsare il ricorrente le spese di lite, che si liquidano in complessivi E3.043, di cui E43,00 per spese, oltre a spese generali e accessori di legge (i.v.a e c.p.a.).

Riserva il deposito della motivazione in 60 giorni. Il giudice
dott.********



Altra sentenza favorevole

Questa volta contro Inarcassa


Con sentenza del Tribunale di Aosta - Sezione Lavoro del 27.5.2020, è stato accolto il ricorso di un nostro iscritto che - assistito dagli Avvocati Maria Paola Gentili e Davide Losi dello Studio Legale Gentili & Partner di Roma - aveva chiesto la riliquidazione della quota di pensione in regime di cumulo gratuito di competenza di un Ente previdenziale privatizzato (in specie, Inarcassa).

Con tale sentenza, Inarcassa è stata condannata a ricalcolare la quota di pensione in argomento, inizialmente calcolata dalla Cassa sulla base del sistema di calcolo integralmente contributivo previsto dall'art. 24 bis del Nuovo Regolamento Generale di Previdenza, sulla base del sistema di calcolo pro quota retributivo previsto dall'ordinamento di Inarcassa con riferimento alle annualità sino al 2012.

Con una approfondita motivazione, il Giudice ha ritenuto inapplicabile il suddetto art. 24 bis del Nuovo Regolamento Generale di Previdenza di Inarcassa, affermando in particolare che 'il tenore della legge è inequivoco e non subordina, neppure in punto quantum, la possibilità di richiedere un trattamento pensionistico avvalendosi dell'istituto del cd. "cumulo gratuito" all'emanazione di norme regolamentari da parte delle Casse interessate'.

È stato quindi ottenuto il primo successo anche nell'ambito di un giudizio proposto nei confronti di una Cassa professionale, volto al ricalcolo della quota di competenza di quest'ultima.

Per qualunque informazione od approfondimento, potrete contattarci. Con lo Studio Legale Gentili & Partner di Roma, con cui collaboriamo da tempo, è infatti in corso di sottoscrizione una convenzione volta alla tutela dei nostri iscritti.

Avv. Davide Losi
Studio Legale Gentili & Partner
Via Boncompagni, 16
00187 Roma
Tel 06.85356399
Fax 06.92912310
E-mail: d.losi@studiolegalempgentili.it

Per vedere in dettaglio la sentenza contro INARCASSA cliccare qui
Per vedere in dettaglio la sentenza contro INPS cliccare qui



Altra sentenza favorevole

continuano le sentenze favorevoli, Inps condannata al ricalcolo della pensione e a pagare le spese legali!

Per Vedere la Sentenza Favorevole in PDFcliccare qui





Intervista al Prof. Sciacchitano, in preparazione un convegno sulle Casse Professionali









ANTICIPAZIONE DEL TFS, CONVENZIONE COSMED-B.P.M., CI SONO IMPORTANTI NOVITA'

Come noto il pensionamento in cumulo comporta un doppio differimento della riscossione del proprio TFS, e ciò per il combinato disposto del comma 196 della nuova legge sul cumulo (n. 232/2016) e del decreto "SalvaItalia" del governo Monti.
Un provvedimento di dubbia costituzionalità perchè crea un profondo discrimine fra pensionati che provengono dal pubblico rispetto agli ex lavoratori del privato, ritardando, per i primi, all'età di 70 anni e 3 mesi la percezione dell'ultima rata....continua a leggere






Riforma del regime contributivo Enasarco: audizione in commissione e conferenza stampa

Martedì 11 febbraio presso la sala Caduti di Nassirya di Piazza Madama. Federcontribuenti: "un atto doveroso per ripagare una grande ingiustizia sociale. Il prossimo 11 febbraio, ha avuto luogo l'audizione davanti la Commissione parlamentare per il controllo sull'attivita' degli enti gestori di forme obbligatorie di previdenza e assistenza sociale, presieduta dal sen. Sergio Puglia (M5S), seguita da una conferenza stampa"....continua a leggere






DOPPIA CONTRIBUZIONE

Gent. Presidente Enpam, Dr. Alberto Oliveti
Gent. Presidente Enpaf, Dr. Emilio Croce
Gent. Ministro del Lavoro, Sen. Nunzia Catalfo
Gent. Presidente Commissione Bicamerale di Vigilanza sugli Enti Previdenziali, Sen. Sergio Puglia

Oggetto: Doppia contribuzione

Gentilissimi,
sono Marco Nicoletti, presidente dell'Associazione Cumulo e Casse Professionali, e con la presente vorrei portare alla vs attenzione la questione della doppia contribuzione che alcune categorie professionali sono tenute a versare pur in presenza di un solo rapporto lavorativo.
In particolare intendo riferirmi ai Farmacisti ed ai Medici dipendenti, ossia professionisti, i primi svolgendo attività di collaboratori presso farmacie, i secondi come dirigenti del SSN, che già hanno una loro posizione contributiva INPS e che sono ad oggi tenuti a versare una seconda contribuzione presso le rispettive Casse Professionali di categoria, Enpaf ed Enpam.....continua a leggere






Pensioni ultime notizie: c'è ancora rumore attorno al destino di Quota 100. Finirà un anno in anticipo o arriverà a scadenza naturale? Parla il Ministro Nunzia Catalfo.

Si fa un gran parlare in questi ultimi giorni di quale fine farà Quota 100. Terminerà un anno in anticipo oppure arriverà a scadenza naturale? Il ministro del Lavoro Nunzia Catalfo sembra propendere più per questa ipotesi, almeno a quanto ha riportato Claudio Durigon in un intervento a Pensionipertutti. Durante il question-time con il ministro del Lavoro, infatti, la Lega ha chiesto lumi sul destino della misura di pensione anticipata che prevede l'uscita con minimo 62 anni di età e 38 anni di contributi....continua a leggere






Ricordi e fantasia a sostegno di AMAd

libro solidale

Che i medici veterinari siano appassionati scrittori è noto e sono molti i libri pubblicati.
La particolarità di questa iniziativa editoriale è data dal fatto che i proventi della vendita del libro vanno interamente all'Associazione per la Malattia di Alzheimer e altre Demenze - Odv.
Riportiamo quanto ci ha scritto il collega Flavio Carraro: "Ma chi vuoi che legga un libro di racconti miei?" era quello che continuavo a ripetere alle due persone che mi stimolavano a dare alle stampe la raccolta dei racconti che qualche anno fa venivano periodicamente pubblicati sul Giornale di Vicenza...continua a leggere






Asti, geometra fa causa alla Cassa di previdenza e vince

Il professionista di Canelli già in regola con i contributi Inps non deve pagare i 3 mila euro chiesti dalla Cipag

ASTI

Trenta mila euro pretesi dalla Cassa di previdenza dei geometri, per un'iscrizione mai effettuata e nemmeno obbligatoria. Di obbligatorio c'era solo il pagamento di quella somma richiesta, a suon di solleciti. Il caso, uno dei tanti in Italia, è finito anche in una delle aule del tribunale di Asti. Quei soldi li chiedeva la Cipag, la Cassa italiana di previdenza e assistenza geometri liberi professionisti, a un geometra di 49 anni di Canelli, dipendente di una società edile e già in regola con l'Inps. Il tribunale di Asti prima, la Corte d'Appello poi, gli hanno dato ragione. «Due sentenze importanti per i professionisti iscritti a un Albo e che riguardano una vicenda nota in tutto il Paese» spiega l'avvocato Mauro Vaccaneo che insieme al collega Luigi Giorno hanno difeso il quarantenne astigiano...continua a leggere






COMMA 246 - Iniziata la stagione dei ricorsi

Salutata da tutti come una legge di civiltà, il CUMULO CONTRIBUTIVO esteso anche alle casse privatizzate, è stata completamente stravolta dalle modifiche regolamentari di alcune di esse che l'hanno reso, di fatto, più penalizzante della totalizzazione.

Tra le casse privatizzate più ostili al provvedimento che, ricordiamo, è stato approvato del parlamento Italiano con la legge di bilancio 232 per l'anno 2017, INARCASSA, che per prima ha modificato il proprio regolamento, per neutralizzarne la misura. Allineata successivamente su questa posizione CIPAG ed altre casse...continua a leggere






Comunicato stampa del comitato NO ENPAF organizzatore della manifestazione del 3 dicembre

manifestazione ENPAF

Lunedi 3 dicembre un nutrito gruppo di farmacisti dipendenti e disoccupati ha manifestato presso la sede dell'Enpaf di Roma, contro il doppio obbligo previdenziale e contro il regolamento Enpaf, assolutamente anacronistico, nonostante le modifiche succedutesi negli anni. Il paradosso dell'Enpaf è dato dal fatto che trattandosi di un ente di previdenza e assistenza, finalizzato quindi a fornire una pensione e tutele ai suoi iscritti, in molti casi non fornisce alcuna pensione o esige quote elevate (perdita della riduzione), definite non dal reddito dell'iscritto, ma da criteri regolamentari che penalizzano particolarmente chi non esercita la professione di farmacista o è disoccupato, anche in maniera saltuaria, e rimane iscritto all'albo....continua a leggere






Interrogazione Parlamentare dell'On. Fiano (PD) su presunte irregolarità Inarcassa

FIANO. - Al Ministro del lavoro e delle politiche sociali, al Ministro dell'economia e delle finanze, al Ministro della giustizia. - Per sapere - premesso che:

Inarcassa è la Cassa nazionale di previdenza e assistenza per gli ingegneri e architetti liberi professionisti;

Inarcassa ha un patrimonio complessivo pari a 9 miliardi di euro e gli iscritti ad oggi risultano essere circa 168.000, di cui il 35 per cento ha meno di 40 anni di età, mentre i pensionati sono oltre 28.000, e l'iscrizione costituisce un obbligo che insorge al verificarsi di condizioni oggettive, date dal possesso di requisiti specifici;
sulla Gazzetta Ufficiale 5a serie speciale - contratti pubblici n. 27 dell'8 marzo 2010 è stato pubblicato un avviso di avvenuta aggiudicazione del bando pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana n. 89 del 31 luglio 2009, avente per oggetto la selezione di una «SGR» per la istituzione, costituzione e gestione di un fondo comune di investimento immobiliare, riservato a investitori qualificati di cui all'articolo 1, comma 1, Gap 65/09 con il criterio di aggiudicazione dell'offerta economicamente più vantaggiosa dove risultava aggiudicataria Fabrica Immobiliare SGR S.p.A....continua a leggere